Masticare fa parte della natura del cane. Il cane si sente appagato quando mordicchia oggetti o altre cose, e si tiene occupato in qualcosa che trova interessante.

È inoltre un ottimo metodo per mantenere la dentatura pulita e irrobustirla, ma se per farlo il cane distrugge cuscini e divano o qualsiasi altro angolo della casa non ci fa di certo una bella sorpresa! Vero?

Perchè allora il cane fa i dispetti quando è solo?

I cani da cuccioli, mentre attraversano la fase della dentizione, provano un senso di appagamento nel momento in cui possono scaricare la loro frustrazione, provocata dal dolore, su un oggetto da masticare.

Questo sollievo immediato viene associato all’atto di morsicare e, spesso, alcuni cani lo ricordano e lo mettono in atto per tutta la vita.

Alano distrugge divano

Il problema sorge quando il cane distrugge i cuscini e si avventa su oggetti che il padrone non vorrebbe trovare “fatti a brandelli” e sparsi per la casa, come un paio di scarpe costose. 

Per educare il cane a non distruggere casa la cosa giusta da fare è quella di reindirizzare la sua attenzione su giochi ed ossa creati apposta per questo scopo.

In commercio esistono giochi di qualsiasi tipo, un esempio sono i giochi interattivi in cui è possibile nascondere bocconcini che tengono occupato il nostro cane.

cane con osso di pelle

In questo caso, bisogna fare attenzione che il gioco non si possa rompere in piccoli pezzi, che potrebbero essere ingeriti e avere conseguenze spiacevoli.

Il foro deve attraversare il gioco da una estremità all’altra, per consentire al cane di estrarre il bocconcino e non creare vuoti d’aria che imprigionerebbero la lingua al suo interno.

Una valida alternativa è rappresentata dalle ossa di pelle, che, essendo dure, tengono il cane impegnato a masticare per molto tempo.

Cosa non fare se il cane fa danni in casa:

tra le cose più sbagliate da fare, c’è quella di sgridare il cane quando ha già finito di masticare un oggetto della casa e si sta dedicando a tutt’altro. 

Non assocerebbe la punizione all’azione che si intende interrompere, al contrario, le vostre urla lo farebbero diventare nervoso e ansioso, e gli farebbero venire ancora più voglia di masticare.

—> Se ti interessa approfondire ti segnalo questo l’articolo in cui Svelo i 7 motivi per i quali non otterrai NULLA sgridando il tuo cane!

 

Ma se anche questi due palliativi non dovessero funzionare, ecco quali sono gli step per:

Insegnare al cane a non distruggere la casa

Innanzitutto bisogna capire se effettivamente si tratta di un gesto di piacere o di un problema comportamentale; i cani infatti quando soffrono di un disturbo chiamato “ansia da separazione” lo manifestano, tra l’altro, distruggendo gli oggetti della casa in vostra assenza. 

(Ti consiglio sempre di chiedere un parere ad un educatore esperto nel comportamento dei cani, in modo che ti possa consigliare la strada migliore da prendere.)

Eliminata l’ipotesi di un problema comportamentale, puoi procedere con qualche trucchetto ed evitare finalmente di rimanere senza più cuscini e scarpe.

  • Solo se sorprendi il cane mentre si sta dirigendo nella direzione di un oggetto a lui proibito, con l’intenzione di masticarlo, oppure nel momento in cui lo sta già masticando, puoi distogliere la sua attenzione con un sonoro e fermo “no!”, reindirizzando la sua attenzione su un giocattolo o un osso che gli è consentito masticare.
  • cucciolo dalmata mangia scarpaNon tentare di togliergli la tua scarpa o l’oggetto che sta mordicchiando dalla sua bocca con la forza, perché il fatto di volergliela portare via, aumenterebbe il suo desiderio di tenersela e lo interpreterebbe come un gioco e un metodo efficace per ottenere le tue attenzioni. 

Ricordati infatti che se il cane distrugge i cuscini o qualsiasi altro oggetto tuo, non lo fa per dispetto, ma è solo un modo per tenersi occupato. 

  • Piuttosto, appunto, sostituiscila con un bocconcino o un suo giocattolo oppure prendi in mano l’oggetto che sta masticando e tienilo fermo, finché non sarà il cane a voler mollare la presa. A questo punto puoi premiarlo con giochi o bocconcini.

Non dimenticarti di fargli fare la quantità di esercizio fisico che necessita, in modo tale che non sia portato a dover trovare un rimedio per la noia.

 

Sii paziente!

In bocca al lupo! 

Hai trovato l’articolo interessante? condividilo con i tuoi social oppure lascia un commento. 

 

Daniela Pitardi
Ciao, mi chiamo Daniela Pitardi, e sono da sempre una amante degli animali. Dopo aver concluso il Liceo Scientifico, mi sono iscritta alla facoltà di Biologia che ho lasciato dopo qualche anno per diventare ‘Professionista per la Cura degli Animali’, con la Specializzazione di Addestratrice Cinofila.

Ho 5 cani che mi tengono compagnia e mi aiutano con il mio lavoro: il mio obiettivo è rieducare i cani con problemi comportamentali per ristabilire serenità nelle famiglie e permettere una nuova e serena relazione tra il padrone e il suo amico a 4 zampe!

hei... hai bisogno di aiuto?

Ho creato una community dedicata all'educazione dei nostri amici a 4 zampe.

Troverai consigli gratuiti per migliorare il rapporto con il tuo cane!​